Feed RSS
Knowledgebase : Pec
   

Nel caso in cui il messaggio PEC sia arrivato a destinazione ed il mittente abbia ricevuto la relativa conferma, il destinatario non può negare l'avvenuta ricezione. La ricevuta di consegna ha in Italia il medesimo valore di una raccomandata A.R.
La Posta Elettronica Certificata è la soluzione digitale per l'invio di contenuti con valore legale che garantisce la certezza dell'invio e della consegna al destinatario, in sostituzione dei tradizionali strumenti quali ad esempio la raccomandata A....
Si, la vigente normativa prevede che i differenti gestori PEC adottino la piena interoperabilità dei servizi offerti.
Si, il Decreto Legge n. 185 del 29 novembre 2008 prevede che i professionisti iscritti agli albi comunichino ai rispettivi ordini e collegi il proprio indirizzo PEC entro un anno dalla data di entrata in vigore del suddetto Descreto (entro e non oltr...
Si, il Decreto Legge n. 185 del 29 novembre 2008 prevede che le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo PEC nella domanda di iscrizione al Registro delle Imprese. Le imprese in forma societaria già cosituite...
L'attivazione di una mailbox PEC è obbligatoria. La Legge n. 2 del 28 gennaio 2009 prevede che tutte le imprese, i professionisti iscritti all'albo e gli enti pubblici hanno l'obbligo di attivare una casella di Posta Elettronica Certificata.
Per avere valore legale, un messaggio di posta elettronica certificata deve essere inviato tra mailbox PEC. Sebbene sia possibile inviare e ricevere messaggi da/verso indirizzi di posta ordinaria, questi non hanno alcun valore legale.
La Posta Elettronica Certificata è regolamentata dal Decreto Legge n. 185/2008 convertito in Legge n. 2 del 28 gennaio 2009.